Circolare 383

Numero di protocollo: 
383
Data di emissione: 
01/06/2020

VISTO  il Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell'Esame di Stato nella Scuola Secondaria di secondo grado.

di seguito si precisa quanto segue:

La Dirigente scolastica assicura una pulizia approfondita, ad opera dei collaboratori scolastici, dei locali destinati all’effettuazione dell’esame di Stato, compresi androne, corridoi, bagni, uffici di segreteria e ogni altro ambiente che si prevede di utilizzare. È già stata effettuata la sanificazione certificata degli spazi, che verrà poi ripetuta quotidianamente al termine delle attività.

I collaboratori scolastici si impegnano nella pulizia approfondita di superfici e locali, ponendo particolare attenzione alle superfici più toccate - quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, pulsanti dell’ascensore, distributori automatici di cibi e bevande, bagni. Al termine di ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana), procederanno a pulizia delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati nell’espletamento della prova.

Per permettere l’igiene frequente delle mani, dispenser di prodotti igienizzanti (soluzione idroalcolica) saranno a disposizione dei candidati e del personale della scuola, in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, in prossimità del locale destinato allo svolgimento della prova d’esame.

Ciascun componente della commissione convocato per l’espletamento delle procedure per l’esame di stato dovrà dichiarare:

  • L’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di avvio delle procedure d’esame e nei tre giorni precedenti;
  • Di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • Di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Tale dichiarazione sarà compilata dai membri di commissione il giorno 15 giugno 2020, in occasione della riunione preliminare, e consegnata al presidente di commissione.

Nel caso in cui per il componente della commissione sussista una delle condizioni soprariportate, lo stesso dovrà essere sostituito secondo le norme generali vigenti.

Nel caso in cui la sintomatologia respiratoria o febbrile si manifesti successivamente al conferimento dell’incarico, il commissario non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, comunicando tempestivamente la condizione al Presidente della commissione al fine di avviare le procedute di sostituzione nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.

Ogni commissione redigerà un calendario di convocazione scaglionato dei candidati, allo scopo di evitare assembramenti di persone in attesa fuori dei locali scolastici, consentendo la presenza per il tempo minimo necessario. Il calendario di convocazione sarà comunicato preventivamente sul sito della scuola e con email all’indirizzo istituzionale del candidato, con verifica telefonica da parte della segreteria dell’avvenuta ricezione.

Il candidato, qualora necessario, potrà stampare la convocazione, così che gli dia, in caso di assembramento, precedenza di accesso ai mezzi pubblici per il giorno dell’esame. Al fine di evitare ogni possibilità di assembramento il candidato dovrà presentarsi a scuola 15 minuti prima dell’orario di convocazione previsto e lasciare l’edificio scolastico subito dopo l’espletamento della prova.

Il candidato potrà essere accompagnato da una sola persona.

All’atto della presentazione a scuola il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno produrre un’autodichiarazione attestante:

  • L’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di espletamento dell’esame e nei tre giorni precedenti;
  • Di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • Di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Allo scopo di accelerare le operazioni si chiede al candidato e al suo accompagnatore di presentarsi a scuola con certificazione già compilata, di cui si formerà il modello.

Nel caso in cui per il candidato sussista una delle condizioni soprariportate, lo stesso non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, producendo tempestivamente la relativa certificazione medica al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale, ovvero dalle norme generali vigenti.

Ognuno è tenuto a seguire i percorsi dedicati di ingresso e di uscita dalla scuola, chiaramente identificati con opportuna segnaletica, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi in ingresso e in uscita.

I Presidenti di Commissione coordinano le modalità di ingresso e uscita dei candidati e dei commissari e l’uso dei locali per garantire il rispetto delle misure di distanziamento non inferiore a 2 metri.

La commissione provvede a un ricambio d’aria regolare e sufficiente nel locale di espletamento della prova favorendo, in ogni caso possibile, l’aerazione naturale. I componenti della commissione dovranno indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici mascherina chirurgica fornita dal Dirigente Scolastico che ne assicura il ricambio dopo ogni sessione di esame.

Il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici una mascherina chirurgica o di comunità di propria dotazione. Si definiscono mascherine di comunità “mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso”. Non sono necessari ulteriori dispositivi di protezione.

Solo nel corso del colloquio il candidato potrà abbassare la mascherina, assicurando però sempre la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dalla commissione d’esame.

Anche per tutto il personale non docente è necessario indossare la mascherina chirurgica.

Le mascherine potranno essere gettate in busta chiusa nei contenitori dei rifiuti indifferenziati.

I componenti della commissione, il candidato, l’accompagnatore e qualunque altra persona che dovesse accedere al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame dovrà procedere all’igienizzazione delle mani in accesso. Pertanto NON è necessario l’uso di guanti.

Verrà predisposto un ambiente dedicato all’accoglienza e isolamento di eventuali soggetti (candidati, componenti della commissione, altro personale scolastico) che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria e febbre. In tale evenienza il soggetto verrà immediatamente condotto nel predetto locale in attesa dell’arrivo dell’assistenza necessaria attivata secondo le indicazioni dell’autorità sanitaria locale. Verrà altresì dotato immediatamente di mascherina chirurgica qualora dotato di mascherina di comunità.

Delle misure di prevenzione e protezione di cui al presente documento il Dirigente Scolastico assicura adeguata comunicazione efficace alle famiglie, agli studenti, ai componenti la commissione, tramite sito web scuola, circolare, esposizione all’ingresso della scuola e nei principali ambienti di svolgimento dell’Esame di Stato entro 10 gg antecedenti l’inizio delle prove d’esame.

Sito amministrato da Luigi Vernizzi sul modello realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto
"Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul WebComunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.